I gruppi Italia

Commissione di studio inter—regionale Forlì

La Commissione “Forlì” così denominata perché lì si tenne la prima riunione nel 1993, raggruppa circa 30 Laboratori dell’Emilia-Romagna e di altre regioni circostanti.

La Segreteria Scientifica fu del Dr. Gualtiero Pallotti, già Direttore del Laboratorio dell’Ospedale Pierantoni – Forlì.

La prima riunione del 28 maggio 2003 fu organizzata per le sollecitazioni giunte da più parti ed ebbe caratteristiche atipiche, volendo essere un momento di incontro per esprimere liberamente dubbi, problemi, opinioni, sensazioni, risultati e qualsiasi altra cosa circa il tema proposto.

Dalla sua costituzione spontanea la commissione ha realizzato una dozzina di riunioni sull’argomento di coesione iniziale: la valutazione dei metodi per la determinazione delle Catene Leggere Libere (CLL) e Proteine di Bence Jones (BJP).

I primi risultati del lavoro del gruppo furono pubblicati in Biochimica Clinica, 1995, vol. 19, n. 5, nella rubrica “L’angolo dell’elettroforesi” di F. Aguzzi – “Valutazione Multicentrica di metodi e protocolli per le Catene Leggere Libere e Proteine di Bence Jones in urine – Primi risultati”.

I risultati delle sperimentazioni successive fatte congiuntamente a gruppi analoghi costituitisi nel tempo sono stati presentati a Meeting e Congressi di Società Scientifiche tra cui il Corso CEFAR “Le proteine: dal Laboratorio alla Clinica” a partire dall’edizione 1999.

Il lavoro sperimentale dei gruppi di studio e le successive riunioni hanno consentito di formalizzare una bozza di “Raccomandazioni Operative” che propone le caratteristiche di base che dovrebbero avere i protocolli e i metodi usati per la determinazione qualitativa e quantitativa delle Proteine di Bence Jones. I dettagli sono nei capitoli “risultati” e “conclusioni“.

Recentemente nelle sue ultime riunioni, il gruppo di studio si è proposto di ampliare il campo della sperimentazione applicando la stessa metodologia allo studio della proteinuria in generale.

L’obbiettivo è lo stesso perseguito per le CLL e BJP, cioè avanzare nella standardizzazione dello studio della proteinuria valutando a confronto i metodi tradizionali separativi: EF, SDS, ecc. con il dosaggio quantitativo di proteine marker in urina.

Commissione congiunta SIBioc/AIPAC/SIMEL, Sezioni Liguri

Nel 1997 le Sezioni Liguri della SiBioC – AIPAC – SIMEL decisero di intraprendere congiuntamente una iniziativa analoga a quella della Commissione “Forlì”, sempre coordinata dalla NSC, e costituirono la Commissione “Liguria”. La commissione raggruppa 14 Laboratori della regione. La Segreteria Scientifica composta da: Dr.ssa Liliana Burlando (già Ospedale Galliera – Genova) e Dr.ssa Giovanna Zaninetta (Ospedale San Martino – Genova).

La commissione “Liguria” ha seguito il percorso tracciato dalla commissione “Forlì” con cui ha lavorato a stretto contatto e i risultati e conclusioni sono stati presentati congiuntamente in Meeting e Congressi in particolare della SIBioc e ai Corsi CEFAR.

La commissione ha proposto proprie “Raccomandazioni Operative” che coincidono con il documento analogo predisposto dalla Commissione “Forlì” completandole con la proposta di:

  • un modello di referto
  • la proposta di approfondimento della valutazione quantitativa.

Al pari della Commissione “Forlì” anche la Commissione “Liguria” ha deciso di estendere il suo lavoro alla valutazione dei metodi per lo studio della proteinuria i generale con l’obbiettivo di procedere sulla strada della standardizzazione.

Commissione di studio Lazio, Toscana/Umbria

Nel 2001 si aggiunsero alle commissioni “Forlì” e “Liguria” due nuove commissioni che raggruppano complessivamente una trentina di Laboratori del Lazio, Toscana e Umbria.

La commissione “Lazio” è coordinata dalla Dr.ssa Maria Teresa Muratore (Ospedale di Viterbo) e la commissione “Toscana-Umbria” è coordinata dalla Dr.ssa Enzida Piazza (Ospedale Careggi – Firenze).

I risultati e conclusioni furono esposti, congiuntamente a quelli delle commissioni “Forlì” e “Liguria”, alla edizione 2001 del Corso SIBioC – CEFAR tenutosi a Castrocaro.